I Premiati


Bracco web I Premiati

Diana Bracco

 



Laureata in Chimica all’Università di Pavia, ha poi ricevuto anche la Laurea Honoris Causa in Farmacia dall’Università degli Studi di Pavia e in Medicina dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma ed è stata nominata Cavaliere del Lavoro.

Attualmente ricopre le cariche di Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco e di Presidente e Amministratore Delegato del Centro Diagnostico Italiano.

Presidente di Expo 2015 SpA, è stata anche Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia all’Expo 2015.
Inoltre è Presidente della Fondazione Sodalitas, della Fondazione Bracco, della Fondazione Mai di Confindustria, della Fondazione Milano per Expo 2015 e dell’ “Italian Committee” Women&Expo.
Nonché Vice Presidente Ricerca e Innovazione di Confindustria, e della Fondazione Italia-Cina.
E’ componente del Consiglio della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato di Milano e del Consiglio Direttivo di Confindustria, del Direttivo e della Giunta di Assolombarda, e del Comitato di Presidenza di Federchimica.

Infine è Consigliere di Amministrazione di enti importantissimi quali l’Università Bocconi di Milano, la Filarmonica della Scala di Milano, l’Accademia Teatro alla Scala e il Museo Poldi Pezzoli.

E’ anche Membro della National Gallery of Art Trustees’ Council, Washington (DC) ed è stata insignita dell’onorificenza al “merito della Repubblica” di Cavaliere di Gran Croce e della medaglia d’oro del Comune di Milano.


Teocoli web I Premiati

Teo Teocoli

 



Teo Teocoli, nasce a Taranto il 25 Febbraio 1945, ma fin da bambino ha vissuto a Milano.

La sua lunga carriera comincia in maniera completamente diversa da come si potrebbe immaginare: infatti, inizia come cantante del gruppo “I Quelli” (poi diventati “PFM”) ed artista del mitico Clan di Adriano Celentano!

Nel 1968 è tra i protagonisti del musical HAIR, nel ruolo di ballerino/cantante con Renato Zero e Loredana Bertè.

Al “Derby Club”, mitico locale milanese che ha visto nascere tutti i più famosi comici e cabarettisti italiani, affina il mestiere ed incontra Massimo Boldi, con il quale farà coppia per anni, e Armando Celso. Con loro debutta, negli anni ’70, ad “Antenna 3 Lombardia”: sarà proprio la tv a renderlo immediatamente popolarissimo.

Le tappe successive della sua carriera lo vedono protagonista di spettacoli televisivi divenuti ormai cult, quali “Drive In”, “Emilio” (Macho Camicio) e “Mai dire gol”, quest’ultima, grazie a personaggi come Felice Caccamo, Peo Pericoli e Galliani, raggiunge punte d'ascolto incredibili.
Dimostrando la versatilità e la completezza del suo bagaglio artistico, Teo conduce diverse edizioni di “Scherzi a parte” e trasmissioni come “Una rotonda sul mare” e “Fantastica italiana”, senza dimenticare la co-conduzione di grande successo nei due Festival di Sanremo di Fabio Fazio nei primi anni 2000.
In carriera, si aggiudica numerosi Telegatti e Oscar Tv come personaggio televisivo dell’anno.

Dal 28 novembre 2015 Teo è protagonista di “Teo in the Box”, in “prima serata” su Rai Tre, trasmissione che vede il suo ritorno in TV, dopo anni in cui aveva scelto di dedicarsi con successo al teatro, in attesa della proposta giusta per il piccolo schermo.
Protagonista anche al Cinema, nel nuovo film di Fausto Brizzi, dal titolo, “Forever Young”, che uscirà nella primavera del 2016.

E’ anche autore del libro “Io Ballo da solo” (Mondadori), la sua autobiografia comica che è giunta (ad oggi) alla quinta ristampa.



annoni wp I Premiati

 

Riconoscimento speciale a:

Padre Maurizio Annoni

(Opera San Francesco per i Poveri)



Nato a Milano nel 1952, da genitori milanesi, poco dopo aver conseguito la laurea in ingegneria civile al Politecnico di Milano, entra nell' ordine dei Frati Minari Cappuccini e compiuti gli studi teologici viene ordinato sacerdote nel 1985.

Nel 2000 é nominato presidente di Opera San Francesco per i Poveri, carica che ricopre tuttora. La sua attivita, in questi quindici anni, ha comportato un notevole accrescimento di Opera sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.
La ristrutturazione degli ambienti, il potenziamento dei servizi, il coinvolgimento dei volontari e dei benefattori hanno reso OSF un punto di riferimento fondamentale e necessario per italiani e stranieri in stato di povertà e di grave emarginazione.

Opera San Francesco per i Poveri, fondata nel 1959, assicura primaria e gratuita accoglienza alle persone bisognose di vitto, vestiti, igiene personale, cure mediche e assistenza sociale per ridare dignita e speranza attraverso la condivisione e la solidarietà.

Nel corso dello scorso anno ha distribuito gratuitamente 869.516 pasti (quasi di 2.800 al giorno), ha offerto 66.885 docce, 12.597 cambi d'abito e ha effettuato oltre 40.188 visite mediche, sia di base che specialistiche.
A queste attivita di prima accoglienza si aggiungono quelle di secondo livello condotte dall'area sociale quali: servizio di orientamento al lavoro, servizio legale, pedagogico e housing sociale.

Le persone accolte in OSF nel 2014 sono state 26.495, appartenenti a 134 nazionalità diverse, con una prevalenza di uomini e una fascia d'eta compresa, principalmente, tra i 25 e i 45 anni. Dalla scorso anno, per la prima volta, l'Italia ha superato tutte le altre nazioni e rappresenta il primo paese di provenienza.

Opera San Francesco si regge unicamente sulle donazioni di privati e aziende e sull'intervento generoso di 720 volontai·i distribuiti nei diversi servizi.

Da oltre cinquant' anni OSF accoglie chi e in difficolta, riservando attenzione costante verso l'uomo fragile e bisognoso e offrendo sempre, a chi soffre, una risposta concreta che porti  con sè dignità e speranza. La sua missione interpreta concretamente le parole di Papa Francesco che ci invita a "Custodire la gente, aver cura di tutti, di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono piu fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore".

marelli wp I Premiati

 

Premio speciale "ALMA BRIOSCHI" a:

Roberto Marelli

 



Roberto Marelli è nato a Milano, dove vive.

Ricchissimo il suo curriculum di attore, tra le collaborazioni illustri: Giorgio Strehler ne El nost Milan al Piccolo Teatro, Giuseppe Patroni Griffi, Peppino De Filippo, Filippo Crivelli, Pasquale Festa Campanile, Alessandro Blasetti, Valerio Zurlini, Florestano Vancini, Nino Besozzi e Tino Scotti.
Primattore ed autore nella Compagnia Milanese del Teatro Gerolamo diretta da Carletto Colombo. In RAI è stato autore e conduttore del Lunario Lombardo. A Mediaset, dalla prima edizione milanese, è stato l’amico Arturo di Casa Vianello.
Tra i film interpretati: La mano sul fucile, Il delitto Matteotti, Bingo Bongo, Clandestini nella città, Tentazioni metropolitane.

E’ stato per tre edizioni il Meneghino nel Carnevale Ambrosiano.
Giornalista-pubblicista, ha al suo attivo numerose pubblicazioni, tra le ultime: Porta Ticinese, oh cara (2011), La Riva, il Borgo e la Baia del Re (2014) per Graphot Editrice e la riedizione de Al temp che Berta filava (2015) per le Edizioni Selecta.

Tra i vari riconoscimenti, gli sono stati conferiti, dal Comune di Milano, l’Attestato di Benemerenza Civica (1988) e l’Ambrogino d’oro (1989), dalla Provincia di Milano ha ricevuto il Premio Isimbardi (2012).